Tortoreto Lido

Tortoreto deve inizialmente la propria notorietà al suo rapporto con il mare: la pesca, settore tradizionale dell’economia locale, ed il turismo, settore che ha successivamente reso famosa la nostra cittadina in ambito nazionale ed internazionale. Il Legame con la pesca è sempre stato vivo nei tortoretani, tanto che ogni mattina è possibile incontrare sulla spiaggia pescatori locali di ritorno con le loro piccole barche, oppure osservare all’opera le Vongolare, tipiche imbarcazioni per la pesca delle vongole (alla quale è dedicata anche una rinomata sagra).

La cittadina è altresì ricca di luoghi di svago, discoteche, balere e parchi acquatici per garantire al turista ogni tipo di divertimento.

Da molti definita “Aristocratica ed Elegante” per la sobrietà dell’arredo urbano, per l’eleganza delle numerose ville liberty che sorgono sul lungomare, per la ricchezza e varietà del verde, Tortoreto Lido ha avuto uno sviluppo urbanistico rispettoso dell’ambiente che le ha consentito di conquistare sin dal 1992 con continuità la Bandiera Blu Europea.

Quattro km di spiaggia fine, ampia e ben tenuta, affiancata da una passeggiata alberata (di circa tremila piante di palme e pini), da piste ciclabili che percorrono l’intero litorale collegandosi ai centri vicini e da giardini curati, sono gli elementi di forza dell’offerta turistica, unitamente alla varietà e qualità della sua struttura ricettiva (hotels da 1 a 4 stelle, bed and breakfast, villaggi turistici, residences, appartamenti), agli stabilimenti balneari che offrono attività diversificate, alla ricchezza e varietà delle manifestazioni e ai numerosi locali e mercatini che vivacizzano le serate estive.

 

Tortoreto Alta

Salendo dal Lido attraverso una macchia formata da uliveti e vigneti e dopo aver scorto i resti di una villa romana del II sec. A.C., si giunge a Tortoreto Alta, borgo medievale posta a 227 m. slm. La posizione aerea di Tortoreto Alta rappresenta un privilegiato “osservatorio” dal quale, grazie ai numerosi balconi naturali sospesi nel vuoto, è possibile godere di una visione unica della costa, delle vallate del Salinello e Vibrata e del Gran Sasso.

Il Centro Storico di Tortoreto è un sistema di piccole piazze, di rue strette, di archi e torri caratterizzate dalle calde tonalità del mattone e che conserva la struttura del borgo fortificato, che ospitava nella parte più alta della città la nobiltà locale, mentre oggi è sede del Municipio e di alcuni importanti appuntamenti culturali. Una passeggiata nella quiete e frescura del Centro Storico consente di scoprire angoli incantevoli e di ammirare testimonianze del passato: la Torre dell’orologio, il Torrione, il Ponte con le sue volte (testimoniano il castello di Tortoreto), la Chiesa di S.Agostino (‘600), le Chiese di S.Nicola e della Misericordia, con gli affreschi rinascimentali (‘500), dipinti da Giacomo Bonfini di Patrignone (AP), che fu quasi sicuramente allievo di Pietro Vannucci detto il Perugino.

it_IT
en_US